cnr

Miur

logo base 1

H2020

H news

Apre

logoMatch

ipcf-03

Il CNR IPCF Bari coordina il Progetto Europeo LIMPID "Materiali nanocompositi per la degradazione fotocatalitica di inquinanti" (SEVENTH FRAMEWORK PROGRAMME THEME 4, Small or medium-scale focused research project, NMP.2012.2.2-6 Photocatalytic materials for depollution). Data di inizio 1 dicembre 2012, durata 36 mesi.
http://www.limpid-fp7.eu/

Il progetto LIMPID è rivolto allo sviluppo di nuovi materiali e tecnologie basati sulla combinazione sinergica di diverse tipologie di nanoparticelle in una matrice polimerica per generare nanocompositi innovativi da utilizzare in processi altamente efficienti di degradazione catalitica di inquinanti e batteri, sia in aria che in matrice acquosa.
Mentre l'uso di semiconduttori, come il TiO2 per l'abbattimento di inquinanti è ben noto, lo scopo di LIMPID è di includere in un material nanocomposito nanoparticelle con diverse funzionalità al fine di crescere l'efficienza fotocatalitica e, possibilmente, di consentire l'uso della radiazione solare per attivare il processo.
L'incorporazione delle nanoparticelle in matrici polimeriche permette l'accesso alle originali proprietà dei nanomateriali e di combinare componenti con differenti, specifiche, caratteristiche in una nuova classe di materiali catalitici.
La formulazione di nanocomposito offre il vantaggio di impedire la dispersione di nanoparticelle nelle acque o in aria, limitando così il rischio derivante dalla dispersione di tali nanomateriali nell'ambiente.
Una delle sfide principali di LIMPID consiste nella progettazione e realizzazione di polimeri in grado di ospitare le nanoparticelle, senza essere danneggiati dalla loro azione fotocatalitica, in tal senso l'attenzione è stata rivolta a polimeri ibridi organici-inorganici ed ai polimeri fluorurati
nanocompositi sviluppati in LIMPID possono essere usati quali rivestimenti e materiali di base per prodotti rivolti alla degradazione catalitica di inquinanti e batteri in aria e nelle acque. Tali formulazioni sono particolarmente idonee ad essere depositate su superfici o immobilizzate su microparticelle riutilizzabili. Inoltre tale classe di nanocompositi è anche efficacemente utilizzata per la fabbricazione di membrane porose per il trattamento delle acque. Per conseguire questi obiettivi il consorzio del progetto LIMPID racchiude competenze tra loro diverse e complementari, combinando partner industriali con gruppi di ricerca affermati da Europa Sud Est Asiatico e Canada.

Il progetto LIMPID e' stato, infatti, finanziato nell'ambito delle Specific International Cooperation Actions (SICA) al fine di promuovere la partecipazione di Paesi ASEAN dalle economie emergenti e in via di sviluppo, con l'obiettivo di indirizzare specificatamente i problemi riguardanti il rischio di inquinamento ambientale, la cui natura è chiaramente globale.

Infatti la dimensione di  cooperazione internazionale sottolinea le basi del mutuo interesse quale un elemento importante per le strategie di ricerca in campo ambientale.

Il campo dei nanomateriali e delle nanotecnologie per l'abbattimento di inquinanti insieme agli approcci innovatici per la progettazione di fotocatalizzatori e delle relative soluzioni ingegneristiche hanno una enorme rilevanza ed un notevole potenziale di impatto sia per i paesi Europei che per quelli del Sud-Est asiatico.

ipcf-04

ipcf-05

 

Area Riservata

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

r utenza