cnr

Miur

logo base 1

H2020

H news

Apre

logoMatch

News Tool

Incontro tecnico-scientifico e visite di infrastrutture (11-15 Aprile 2016 – ITALIA)

In seguito alla riunione delle 12ma Commissione congiunta della Cooperazione Italia-USA su Scienza e Tecnologie, tenutosi a Roma il 14 Gennaio 2016 presso il Ministero degli Affari Esteri e la Cooperazione Internazionale, i componenti del WG1 - Materiali Avanzati e Nanotecnologie hanno programmato un incontro su JCM Materiali Avanzati tenutosi dall' 11 al 15 Aprile, 2016.

L' incontro tecnico-scientifico e le visite di infrastrutture dell'USA-Italy JCM Materiali Avanzati organizzato dal Dr. Luigi Ambrosio (DSCTM-CNR), Dr. Sofi Bin-Salamon (AFOSR) in collaborazione con la Dr.ssa Stefania Cantoni (CIRA) ed il Dr. Giulio Busulini (Ambasciata d'Italia in USA) si è conclusa con successo.

La delegazione USA, composta dai rappresentanti di AFOSR, NASA , DARPA, Virginia Tech University, Texas A&M University, Johns Hopkins University, e Australian National Fabrication Facility più MINTEK Science Council of South Africa hanno visitato il CNR in Roma, Bologna e Faenza. Le riunioni tecnico-scientifiche sono state coordinate dal CNR in modo sinergico con il CIRA (Capua), l'Università La Sapienza (Roma), l'Università di Bologna, Università di Firenze, il Consorzio PPP in Bologna, la Regione Emilia Romagna e l'INFN (Roma).

01 02

 

La riunione dell'11 Aprile tenutasi al CNR è stata aperta dal Dr Thomas Christian, Direttore, AFOSR (Capo della delegazione USA) dalla Dr.ssa Virginia Coda Nunziante (Direttore, CNR-Uffico Internazionale), a seguire dal saluto di bennvenuto dal Dr. Ambrosio e dal Dr. Bin-Salamon e dalle presentazioni dei partecipanti (vedi agenda allegata). Particolare enfasi è stata data alle attuali e future collaborazioni strategiche incluso quella di realizzare una infrastruttura internazionale sui Materiali Avanzati tra Italia, USA, Australia e SudAfrica.

L'incontro tenutosi il 12 Aprile al CIRA è stato focalizzato sulle attività in corso in ambito dei materiali per condizioni estreme, sui programmi ipersonici IXV, PRIDE ed Hexafly e sulle visite alle infrastrutture SCIROCCO & GHIBLI.

03

La riunione del 13 Aprile si è tenuta presso l'Area di Ricerca di Bologna ha riguardato gli aspetti di scienza di base ed innovazione dei materiali.

 Settori rilevanti sono stati discussi da AFOSR, NASA's Glenn Research Center, Virginia Tech University, Texas A&M University, Johns Hopkins University, Australian National Fabrication Facility, MINTEK National Science Council of South Africa. I ricercatori del CNR hanno presentato le attività strategiche in ambito Fotonica Organica, Interazione Cervello-Materiale, e Materiali Avanzati Funzionali. La delegazione ha poi visitato le diverse infrastrutture: Area Flexible Fabrication Facility (ISMN/MIST E-R), Nano-fetmosecond Spectroscopy Lab (ISMN), Electrophysiology Lab (ISMN), Cellular and Molecular Biology Lab (ISOF), Graphene Factory (ISOF/MIST E-R, Silicon-Tech Fabrication Lab (IMM/MIST E-R). L'Università di Bologna ha presentato le attività in atto nell'ambito dei Materiali Avanzati per l'Aerospazio, mentre la Regione Emilia Romagna ed ASTER S.c.P.A hanno discusso l'approccio regionale nell'ambito della ricerca, innovazione, educazione, industriale e dell'organizzazione regionale High-Tech.

04 05

Il 14 Aprile, la delegazione ha visitato l' ISTEC-CNR d Faenza e l'Università di Firenze. Durante la riunione tenutasi all'ISTEC, dopo il benvenuto della Dr.ssa Anna Tampieri, Direttore ISTEC-CNR, la discussione è stata incentrata sulle attuali collaborazioni AFOSR-ISTEC sui materiali ceramici per condizioni critiche. Nel pomeriggio la delegazione si è spostata a Firenze per visitare l'Università di Firenze dove in seguito al benvenuto del Rettore Prof. Luigi Dei sono state discusse nuove collaborazioni in ambito Energia & Materiali coerentemente agli obiettivi del prossimo convegno organizzato da Virginia Tech (VA).

06

 

La riunione finale. tenutasi il 15 Aprile presso il CNR ha permesso di finalizzare programmi futuri e convergere sulla strategia comune in ambito delle “Smart and Sensing Structures”per sviluppare ricerca ed infrastruttura internazionale in Italy, USA, South Africa and Australia. L'incontro ha anche evidenziato la necessità di partecipazione a programmi di ricerca internazionali e ad scambio di ricercatori.

Download PDF

Download Program

 

Area Riservata

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

r utenza