cnr

Miur

logo base 1

H2020

H news

Apre

logoMatch

News Tool

logo

La crescente richiesta di materiali catalitici nanostrutturati per applicazioni nel campo delle energie rinnovabili e più in generale della catalisi eterogenea, corre di pari passo alla necessità di sostituire materiali critici (quali i metalli nobili) con sistemi altrettanto efficienti ma a più basso costo e più basso impatto ambientale. Il gruppo del Dr. Giuliano Giambastiani (Nanomaterials and Catalysis Group – NCG http://www.iccom.cnr.it/giambastiani/) presso l’istituto di Chimica dei Composti Organometallici del Consiglio Nazionale delle Ricerche (ICCOM-CNR) ha da tempo intrapreso lo studio di sistemi “metal-free” a base carboniosa dopati con l’azoto e la loro applicazione in processi catalitici sostenibili di rilevanza industriale. Gli studi condotti dal team del Dr. Giambastiani hanno contribuito a chiarire il ruolo svolto dal doping eteroatomico nell’attivazione e conversione elettrochimica di piccole molecole. In particolare, è stata studiata la reazione di riduzione dell’ossigeno (ORR), un processo chiave nella tecnologia delle energie rinnovabili (celle a combustibile). L’attività di ricerca si è inoltre focalizzata sulla preparazione di materiali “foam” carboniosi N-dopati tridimensionali a partire da building blocks di derivazione alimentare (vedi figura). Oltre alla elettrocatalisi di riduzione dell’ossigeno, questi sistemi sono stati impiegati con successo in altri processi catalitici quali: 1) la purificazione dei gas naturali tramite riduzione selettiva di residui di H2S a zolfo elementare (alternativa al processo SUPERCLAUS®) e 2) l’ossidazione “steam-free and O2-free” di alcani ad alcheni (produzione di stirene da etilbenzene, fondamentale nell’industria dei materiali polimerici). Sono attualmente in corso studi sull’impiego di detti materiali nelle reazioni per la purificazione ossidativa delle acque reflue (Catalytic Wet Air Oxidation - CWAO e Catalytic Ozonation of Organic Micropollutants - COZ). L’attività di ricerca, finanziata dal progetto Europeo FP7 – FreeCats (NMP-2011-2.2-4) è il frutto di una proficua collaborazione internazionale con il gruppo del Dr. C. Pham-Huu (ICPEES-CNRS - University of Strasbourg - France) e il gruppo del Prof. F. Pereira (Faculty of Engineering of University of Porto - Portugal)

W020140805626829389316

Il Dr. Giambastiani è stato recentemente insignito del Lee Hsun Research Award on Material Science per il suo contributo allo sviluppo della scienza e tecnologia dei materiali. L'award è conferito dall'Institute of Metal Research(IMR), uno dei più importanti centri di eccellenza della Chinese Academy of Sciences (CAS) con sede in Shenyang. Il premio è dedicato ai ricercatori che hanno contribuito in maniera significativa alla scienza ed ingegneria dei materiali nonché alla promozione della cooperazione scientifica con i ricercatori Cinesi. L'award prevede, oltre ad una cerimonia di premiazione, una lecture che sarà tenuta dal Dr. Giambastiani presso IMR nella seconda metà del 2016. 

Area Riservata

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

r utenza